La polenta è un piatto tipico bergamasco e in questa ricetta è resa ancor più gustosa dalla morbidezza della carne di cinghiale. Ovviamente solo una bergamasca Doc poteva farla, e chi meglio della mia zia Luciana poteva svolgere questo favoloso compito? Ve lo dico io, nessuno! E lo so perché l’ho anche assaggiata…Superlativa!!!!!!

Ingredienti per 4 persone

Per la marinatura

1 kg circa di polpa di cinghiale tagliato a cubetti
2 coste di sedano
2 carote
3 cipolle
1 foglia di alloro
4 chiodi di garofano
4 bacche di ginepro
1 spicchio di aglio
1 l di vino rosso secco e corposo (Deve coprire per intero la carne)
Sale

Per il Cinghiale

50 gr di burro
Olio di oliva

Difficoltà
Tempo

12 ore la marinatura +

2 ore di cottura

Costo

Per la marinatura

  • Lavate la carne di cinghiale e tamponatela con la carta assorbente
  • Tagliatela a cubetti
  • Mettetela in una ciotola insieme al vino rosso, al sedano e alla carota a pezzettoni, alla cipolla tagliata.
  • Unite anche la foglia di alloro, l’aglio schiacciato, il ginepro l’alloro e i chiodi di garofano
  • Chiudete la ciotola con della pellicola alimentare e fate marinare per almeno 12 ore in frigorifero.
  • Trascorse le 12 ore fate cuocere i bocconcini di cinghiale con l’olio, il burro e la cipolla a pezzi
  • Fate cuocere a fuoco moderato da una parte e dall’altro
  • Prendete la marinatura in cui avete lasciato il cinghiale e tritatela finemente
  • Unite alla carne il sugo e lasciate cuocere la carne per un paio di ore a fuoco lento
  • Servite con la polenta calda

NB: Se vi avanza il sugo del brasato potete usarlo come condimento per delle gustose tagliatelle

Commenti