This post is also available in: English


… E CHE CAVOLO!!!!!!!!!!!!

E che cavolo!”…”Che cavolo fai??”…”Quello che dici c’entra come i cavoli a merenda”… Pensate che quando imprechiamo noi italiani ce la prendiamo sempre con questo ortaggio pronunciando il suo nome come fosse un’imprecazione. Perchè poi? Io me lo sono domandata. In fondo pensandoci bene era credenza degli antichi ritenere che quando si sognava questa pianta fosse sinonimo di cattivo presagio e tristezza. Inoltre la pianta non solo era ritenuta di scarso valore ma aveva e ha tuttora un odore terrificante quando viene cotto, che sicuramente non aiuta le persone ad amarlo.

Nonostante questa brutta storia che non rende affatto giustizia alla salubrità del cavolo, pensate che esso è una delle verdure più nutrienti che ci siano.

Vediamo insieme i tipi di cavoli più diffusi:

... E che cavolo!!!!!!!!

Il cavolo, ortaggio che fa parte della famiglia delle brasicacee o crucifere, è una pianta che si adatta ad ogni tipo di terreno prediligendo un clima temperato. Essendo una pianta che resiste anche a temperature basse, la troviamo negli orti anche nei mesi autunnali. Il cavolo è formata da una radice profonda da cui si diramano le foglie. Sulla sommità vi è una una corposa infiorescenza che ha una forma diversa in base alla qualità. Come abbiamo visto nell’immagine precedente, ogni cavolo è a se stante quindi se in alcuni, come il cavolfiore, ha una parte chiamata corimbo che si mangia, in altri, come il cavolo cinese, sono le foglie ad essere mangiate.

... E che cavolo!!!!!!!!
... E che cavolo!!!!!!!!

LE RICETTE IN PILLOLE

Volete un primo piatto anti-tumorale: 

la crema di cavolfiori!

... E che cavolo!!!!!!!!

*Il sito propone contenuti a solo scopo informativo. In nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica con i propri professionisti della salute di riferimento.

Commenti