LE CASTAGNE: LE REGINE DI AUTUNNO
Anche se quest’anno la stagione autunnale tarda a farsi sentire, non potevo non fare un articolo sul frutto autunnale per eccellenza: le castagne. Con un profumo e un sapore particolarissimo, si vedono spesso in cartocci nelle mani della gente che cammina in città. Praticamente sono una più facile alternativa alle tisane che, anche se scaldano dal primo freddo a cui non siamo abituati, son decisamente troppo scomode da portarsi in giro. La motivazione quindi a questo articolo è stato il profumo delle castagne nei vicoli di Milano, mentre facevo shopping con mia figlia.
Parliamo quindi di questo favoloso frutto che mangiato sia “al naturale” che glassate (i famosi marron glaces) piacciono moltissimo.

La castagna è il frutto del castagno a differenza della castagna dell’ippocastano che invece è un seme.

E’ costituita da una cupola irsuta, simile a un riccio. La forma dei frutti dipende dalla varietà delle castagne, dal numero e dalla posizione che essi occupano all’interno del riccio. Se stanno ai lati saranno più emisferiche, altrimenti schiacciati per i frutti centrali. C’è molta differenza inoltre tra castagne e marroni: mentre i primi sono i frutti dell”albero del pane” (pianta selvatica), gli altri sono stati creati dall’uomo grazie ad innesti e potature che hanno portato alla nascita di cultivar migliori per qualità e grossezza.

Vediamo insieme le caratteristiche e i benefici di questi frutti.

LE RICETTE IN PILLOLE

Come fare dei perfetti Marron Glaces

*Il sito propone contenuti a solo scopo informativo. In nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica con i propri professionisti della salute di riferimento.

Commenti