This post is also available in: English


GLI INSETTI: MODA PASSEGGERA O CIBO DEL FUTURO?

Mi capita a volte di aver voglia di provare ristoranti nuovi con mio marito. Per ampliare un po’ le mie idee o per lasciarmi ispirare dall’abbinamento di nuovi cibi e sapori. Mi metto così al pc e cerco, nell’universo internet, ristoranti o locali carini. Tempo fa, era proprio una di quelle volte che incuriosita cercavo a Milano e dintorni luoghi nuovi che mi stuzzicassero il palato. Cercando ad un certo punto mi è comparso su internet: “A Milano l’aperitivo con gli insetti!“. Ora, premetto che la mia prima impressione è stata espressa da una smorfia schifata, simile a quella che avevo fatto guardando Indiana Jones e il tempio maledetto nella scena in cui i commensali a tavola sgranocchiavano come se nulla fosse scarafaggi e insetti di vario genere. Poi però pensandoci mi son detta, che in fondo non era poi così diverso mangiare le frattaglie del manzo o del maiale, se si pensa che ad esempio di quest’ultimo si mangia proprio tutto, e quando dico tutto intendo anche le orecchie  e il codino.

Quindi mi sono interrogata su questo: il mangiare gli insetti è solo una moda passeggera oppure dovrò abituarmi a vederli serviti in pranzi di Natale accanto al cappone o canditi in un buon panettone?

Credo di non essere ancora pronta a ciò ma visto e considerato che già all’Expo 2015 questo tema è sorto, ho pensato fosse meglio iniziare a pormi qualche domanda.
La comunità scientifica concorda sui benefici degli insetti sulla salute tanto è che addirittura è stato stimato che sono oltre 1900 le specie di insetti commestibili, tra questi i coleotteri, i bruchi, le api e le formiche.

In realtà le risorse della terra non sono inesauribili e nel 2030 si è stimato che saremo più di 9 miliardi. Ecco dunque che più che una scelta di piacere sembrerebbe essere di necessità. In fondo gli insetti sono ricchi di proteine e altri micronutrienti a noi essenziali. Inoltre sono facilmente allevabili e possono essere impiegate anche nel mangime per il bestiame.

Gli insetti: moda passeggera o cibo del futuro?

Dunque ricapitolando: gli insetti fanno bene perché hanno un sacco di sostanze nutritive che “piacciono” al nostro organismo, sintetizzano facilmente le proteine e sono facilmente trovabili perché comunque non è difficile mantenere e allevare un insetto maaa… i rischi? In fondo se penso ad insetti come le mosche che si posano anche sulle feci degli animali mi viene da star male.

Anche qua la scienza ha cercato di dimostrare che, nonostante la composizione della loro flora batterica potenzialmente nociva all’uomo, attraverso una manipolazione e conservazione di questi animaletti, è possibile eliminare molti di questi rischi. Diciamo che l’allevamento ed alcuni trattamenti farmacologici potrebbero prevenire molti di questi batteri. Questo a prova del fatto che, se un giorno gli insetti dovessero diventare per noi un cibo di sussistenza, non saranno certamente quelli del giardino di casa nostra. Io comunque, nonostante ciò, non sono assolutamente pronta a passare a questo tipo di innovazione quindi, nel frattempo, continuerò a pubblicare le mie ricette che non comprendono l’uso di questi animali.

Gli insetti: moda passeggera o cibo del futuro?
Commenti