LA PIZZA: THAT’S AMORE!!

Diceva bene Pino Daniele:

Fatte ‘na pizza c’a pummarola ‘ncoppa
Vedrai che il mondo poi ti sorriderà
Fatte ‘na pizza e crescerai più forte nessuno
Nessuno più ti fermerà”

E aveva ragione! Perché la pizza è un qualcosa di universale, che praticamente piace un po’ a tutti. Sarà perchè ce ne sono di mille gusti ma, sono veramente rare le persone che non amano la pizza. Inoltre è uno di quei cibi che da bambini si chiedono di più ai genitori. Non solo. Quando non si ha tempo di cucinare, e si è di corsa per studio o lavoro indovinate un po’ cosa ordinano le persone??? Proprio lei, la pizza! In fondo, se partendo da un volto noto per i bambini – Michelangelo delle Tartarughe Ninja -, finendo con Dean Martin che paragonava la luna a una “big pizza pie“, veramente potremmo dire che quando vediamo una pizza è amore. Ma dove nasce questo alimento così gustoso?

Intanto bisogna dire che fino al XIX secolo con il termine pizza si indicavano tutte le torte salate. Solo dopo il XIX secolo a Napoli la pizza assunse la sua connotazione più attuale. Nel 1889 la Regina d’Italia Margherita di Savoia venne accolta dal cuoco Raffaele Esposito proprio con un alimento che rappresentasse l’Italia: il rosso del pomodoro, il bianco della mozzarella e il verde del basilico. Ecco come nacque la famosa Pizza margherita, proprio in onore della sovrana.

E pensate che fino al 1830 veniva venduta solo nelle bancarelle ambulanti. Poi quando venne inventata la Margherita, divenne cibo per le tavole dei soli aristocratici, finché questo piatto conquistò piano piano le tavolo di tutti. Nacquero così le prime pizzerie. L’Antica Pizzeria Port’Alba a Napoli è considerata la più antica pizzeria di Italia. Oggi da piatto povero è stato eletto Patrimonio Unesco con alle spalle un mercato da 60 miliardi di Euro.

Oggi la pizza la fanno di tutti i tipi e in base alle esigenze e ai gusti di tutti. Col pesce, con la carne, vegana, celiaca, per gli intolleranti al lattosio..insomma ora proprio tutti possono mangiarla.

Ne esistono inoltre di molti tipi. Tra queste ricordiamo:

Vediamo ora un po’ di cifre. Pensate che la pizza più lunga al mondo è stata realizzata nel 2016 a Napoli (1853,88 metri!!!). Per farla son state usate 2 tonnellate di farina, 1,6 tonnellate di pomodori, 2 tonnellate di mozzarella, 60 chili di basilico e 200 litri di olio. La più grande di diametro è stata fatta invece negli anni ’90 a Johannesburg (diametro di 38 metri) e la più distante consegna di pizza è stata fatta da Lucy Clough che ha percorso 16949 km per consegnare una pizza vegetariana a Melbourne.

Insomma cifre non da poco..e voi come a fate la pizza? A breve pubblicherò la ricetta di mia mamma che per l’impasto usa la patata.

Commenti