This post is also available in: English


MA QUANTO CIBO BUTTIAMO??

Oggi parlerò di un argomento a me molto caro: avete idea di quanto cibo buttiamo? No, se no non ci comporteremmo così! Intendiamoci bene, io in primis non posso fare la morale a nessuno perché ho le mie belle colpe. Per esempio ho un brutto, orribile vizio: l’ansia che il cibo non sia mai sufficiente ad accontentare i gusti di chi viene a casa mia a mangiare (marito, amici del marito, figli, amici dei figli, nipote, amici del nipote e così via…). Praticamente mi comporto sempre come se dovessi mantenere un esercito di persone.

Quindi riempio il frigorifero al punto tale da schiacciare alcuni degli alimenti presi sul fondo, e dimenticarli lì per giorni e giorni. Ecco quindi che solo accidentalmente mi accordo del vasetto di yogurt scaduto o della melanzana ammuffita. Questo E’ SBAGLIATO!!

Lo sapevate che secondo la FAO i consumatori buttano via 286 milioni di tonnellate di prodotti a base di cereali? E 29 milioni di tonnellate di latticini? Dati che fanno spaventare. Per non parlare della quantità incredibile di animali che non solo marciscono, ma che uccidiamo a causa dell’inquinamento. Ragazzi, la terra non ha risorse infinite! Pensate solo che ogni metà agosto dal 2014 vi è il campanello d’allarme dell’Earth Overshoot Day, ovvero il giorno in cui la popolazione terrestre consuma più delle risorse di quante ne produce. L’umanità sta semplicemente chiedendo di più di quanto la terra produce. Ora, non vorrei creare uno scenario in stile Apocalypse now ma quando ho sentito alla radio questi dati ho iniziato ad avvertire un senso di terrore misto a rabbia.

Devo essere sincera, è da tempo ormai che cerco di correggermi il più possibile, anche se il caldo estivo non aiuta: alcune verdure più sensibili alle alte temperature, infatti marciscono più facilmente.

Come fare? Della serie: vediamo sempre il bicchiere mezzo pieno, esistono piccoli accorgimenti, che se attuati possono aiutarci ad essere meno spreconi. Vediamoli insieme:

Ma quanto cibo buttiamo?
  • E’ importante pianificare bene la nostra spesa per non buttare cibo. Non lasciamoci sedurre dalle offerte del supermercato o dall’aspetto del prodotto. Conviene fare una lista delle cose che effettivamente ci servono, evitando di comprare i famosi cibi che si acquistano “per sicurezza”. Non dobbiamo mantenere l’intero paese. Compriamo le cose poco per volta.
Ma quanto cibo buttiamo?
  • Per ridurre i costi alimentari e al tempo stesso avere maggiori sicurezze per la nostra salute, possiamo far noi alcuni alimenti. Ma volete mettere il sugo di una volta, fatto con i pomodori del proprio orto? O il limoncello prodotto con i limoni della propria pianta? Da una soddisfazione incredibile e aiuta non solo a ridurre le spese in termini di denaro, ma anche gli sprechi.
Ma quanto cibo buttiamo?
  • Quando lavate i piatti non fatelo sotto acqua corrente, ma riempite il lavandino di acqua e sapone e insaponate lì i piatti. Sciacquateli  solo in un secondo momento. Così facendo non lascerete aperto il rubinetto e l’acqua non continuerà a scorrere senza sosta. Pensate a tutti i bambini del terzo mondo che non ce l’hanno o ancora peggio, fanno traversate di chilometri sotto il sole cocente, per prendere l’acqua che è talmente contaminata, che li farà stare male.
Ma quanto cibo buttiamo?
  • Non buttate via gli avanzi. Possono essere usati per fare fantastiche torte salate, o buonissimi polpettoni. Potreste rimanere stupiti da quanto può essere migliore un riso che abbiamo avanzato la sera prima, saltato in padella oppure delle fantastiche insalate savoiarde fatte con il prosciutto e l’avanzo di tutti i barattoli di sottaceti che avete in casa.
Ma quanto cibo buttiamo?
  • Come già accennato prima è importante la buona conservazione dei cibi. Per esempio, se fate la marmellata a casa, mettetela in appositi contenitori sterilizzati. Se comprate la verdura in estate, mettetela al fresco. Con questi piccoli accorgimenti ridurrete gli sprechi sicuramente.
Ma quanto cibo buttiamo?
  • Lo sapevate che ci sono prodotti alimentari che possono sostituire molti dei nostri detergenti? Certo, per esempio l’aceto è ottimo per pulire le superfici d’acciaio. E non solo! Tenete presente che in molti detersivi per stoviglie che usiamo è contenuto l’aceto. Questo ad indicarvi come risparmiando in denaro e utilizzando un metodo più ecologico, possiamo ottenere moltissimo.
Ma quanto cibo buttiamo?
Questi sono solo alcuni dei piccoli accorgimenti che, se attuati, possono veramente fare la differenza. E voi avete qualche consiglio da dare per evitare sprechi? Spero che a questo post ne seguano tanti altri così, grazie al vostro aiuto e ai vostri preziosi suggerimenti.
Commenti